Maestri alla Reggia” Arrivano Ficarra e Picone Gran finale per la rassegna dell’Università Vanvitelli

Salvo Ficarra e Valentino Picone ‘Maestri’ di comicità a Caserta per l’evento conclusivo di “Maestri alla Reggia”, la rassegna di incontri dedicata ai protagonisti del cinema italiano, realizzata dall’Università Vanvitelli con la direzione artistica di Remigio Truocchio in programma mercoledì 18 dicembre alle ore 17,30 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta.

Al cinema dal 12 dicembre con “Il primo Natale”, prodotto da Tramp Limited con Medusa Film, il duo siciliano racconterà al pubblico il nuovo film, la storia di Salvo e Valentino, un ladro e un prete, che si ritroveranno a fare un viaggio nel tempo, fino all’Anno Zero, dove avranno a che fare con tanti personaggi tra cui un inedito Erode interpretato da  Massimo Popolizio.

Ficarra e Picone ripercorreranno la loro lunga carriera (25 anni di sodalizio artistico), dagli esordi in tv al successo in teatro e al cinema, in uno speciale talk condotto da Piera Detassis, Direttore Artistico dell'Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello ed editor at large cinema e entertainment di Elle, nell’ambito del format “Parla con Elle”, conversazioni di cinema a cura del settimanale Elle. Le interviste condotte da Piera Detassis  nell’ambito del format  ‘Parla con Elle’ verranno pubblicate sul sito www.elle/com.it e sui social media del brand.

Con Ficarra e Picone si conclude la quarta edizione di “Maestri alla Reggia” dopo il successo di pubblico agli incontri con Pupi Avati, Marco Bellocchio e Gabriele Salvatores che hanno registrato una eccezionale affluenza, richiamando studenti, docenti ma anche tantissimi appassionati del grande schermo, attenti fruitori delle interviste realizzate ai protagonisti, intervallate da spezzoni di pellicole di grande successo, ma anche da curiosità, retroscena e backstage.

La partecipazione a “Maestri alla Reggia” è gratuita e riservata agli accreditati. Per il pubblico, gli accrediti possono essere prenotati, dal 12 dicembre sulla pagina Facebook dell’evento https://www.facebook.com/MaestriAllaReggia/. Per gli studenti dell’Ateneo Vanvitelli è possibile accreditarsi alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  

“Maestri alla Reggia” è un evento voluto e realizzato dall’Università Vanvitelli, con la direzione artistica di Remigio Truocchio e con il prestigioso apporto della Reggia di Caserta, in collaborazione con Comune di Caserta, con il contributo della Camera di Commercio e la partecipazione Associazione Amici della Reggia e Confindustria Caserta. La manifestazione è organizzata dalla società Cineventi, produttrice tra l’altro degli eventi Cinè – Giornate del cinema, la grande convention dell’industria cinematografica, e gli Incontri Internazionali del cinema di Sorrento.

 

Guarda la playlist di tutti i registi che l’Ateneo ha ospitato

Scopri di più su tutte le edizioni

 

 

 

Torna Casa Corriere, a Capua tra "le bellezze nascoste"

Torna Casa Corriere, stavolta a Capua, con un incontro su "La bellezza nascosta", il 21 novembre 2019, nella sede del Dipartimento di Economia in Corso Gran Priorato di Malta.

CasaCorriere a Capua: «Cultura riscoperta e imprese “resilienti”, ecco la bellezza nascosta del territorio»

Guarda la fotogallery

Piccoli tesori tutti da scoprire, dal Museo di Capua (che sarà oggetto di una visita guidata per chi si prenota), alle realtà economiche, a quelle sociali. Il direttore Corriere del Mezzogiorno Enzo d'Errico ne ha parlato con Giuseppe Paolisso, Rettore Università Vanvitelli, Goffredo Buccini, editorialista Corriere della Sera, Francesco Izzo, direttore dello stesso Dipartimento di Economia dell'Ateneo ospitante, Gianni Solino, direttore Museo campano di Capua, Manuela Piancastelli, imprenditrice vitivinicola de Le Terre del Principe, Pier Maria Saccani che guida il Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campania Dop. Le note finali sonon state affidate a Marco Zurzolo e Davide Costagliola autori di Vesuviano (Rcs) che ha in copertina un prezioso scatto di Mimmo Jodice. Infine aperitivo solidale a cura di Fuori di Zucca.

La bellezza nascosta, linea guida del quarto appuntamento di CasaCorriere, è stato il tema della ricerca che ha presentato Francesco Izzo, incentrata sulle piccole imprese (circa 313 nel Sud) che hanno saputo resistere alla crisi, veri e propri tesori del mondo imprenditoriale.

Gli ospiti di Casa Corriere hanno avuto la possibilità di fare una visita esclusiva nella Sala delle Madri del Museo Campano e alla Reale Sala delle Armi, piccola meraviglia perfettamente coerente con il titolo dell'incontro (i due siti sono a pochi minuti a piedi).

Ed un esempio di bellezza nascosta è anche l'ex Convento delle Dame Monache costruito a Capua sulla antica via Silicis, attuale corso Gran Priorato di Malta. Nel Cinquecento, questo luogo sacro divenne monastero di clausura e, in quanto tale, è un ulteriore sito di questo genere, dopo il Monastero di clausura delle Trentatré ancora in piena attività claustrale, ad ospitare CasaCorriere giovedì sera e tutti i giorni  l'Università Vanvitelli con i suoi studenti.

locandina

Scuola dell'Amministrazione, alloggi in convenzione al Centro Residenziale studi di Caserta

Rinnovata la convenzione con il Centro Residenziale Studi di Caserta della Scuola Nazionale dell'Amministrazione di Caserta. Il Centro residenziale e studi (CRS) della Scuola Nazionale dell'Amministrazione ha sede a Caserta, al corso Trieste - n. 2, in uno dei due emicicli ellittici del grandioso Palazzo Reale voluto da Carlo III di Borbone e realizzato nella seconda metà del Settecento da Luigi Vanvitelli.

La struttura residenziale si estende su una superficie di circa 4.000 mq articolata su quattro livelli e dispone di 43 camere singole, 5 camere doppie e 4 camere matrimoniali, che potranno essere utlizzate in convenzione da studenti, ospiti e personale dell'Ateneo.

Il costo del pernottamento, compreso prima colazione, è pari a € 25,00 per persona per notte.

La richiesta di disponibilità dovrà essere effettuata direttamente dagli ospiti collegandosi al seguente link: https://www.unicampania.it/index.php/sna

Il pagamento dovrà essere effettuato prima dell'arrivo mediante la piattaforma Easypagamenti previo accesso al sito internet https://easyweb.cressi.unicampania.it/EasyPagamenti/LoginServizi.aspx secondo le indicazioni fornite nell'allegato "Come fare per prenotare"

Tutte le info per le strutture ospitanti

Dopo il cambio di nome l’Università Vanvitelli ha un nuovo logo. Italiano il vincitore del concorso di Rebranding

Eccolo il nuovo logo dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Innovativo, chiaro ed attraente per identificare con facilità l’Università campana che da pochi mesi ha cambiato la sua denominazione da Seconda Università degli Studi di Napoli a Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Per avere il nuovo logo è partito più di 4 mesi fa un bando internazionale aperto a tutti, professionisti e giovani anche sconosciuti per ideare nuovo logotipo.

 logo Luigi Vanvitelli

I progetti sono stati valutati da una commissione fatta da un docente interno di Design, Patrizia Ranzo, il Rettore Giuseppe Paolisso ed esterni: Ruedi Baur, designer franco-svizzero membro AGI (Alliance Graphique Internationale); Astrid Stavro designer italo–spagnola membro anche lei di AGI, e Cinzia Ferrara, presidente Aiap dal 2015, (Associazione italiana design della comunicazione visiva).

Ha vinto il progetto di un architetto italiano,  dove la V è la estrema sintesi  della parola latina VNIVERSITAS e di VANVITELLI  e i due punti sono il segno dell’apertura della nostra comunità a tutte le necessità degli studenti e del territorio.

“E’ di certo innovativo – commenta Paolisso -  ed ha già raccolto molti consensi. Dopo 25 anni la nostra Università ha un nuovo nome e oggi anche un nuovo logo, all’insegna del rinnovamento in linea con le nostre prospettive e con la necessità di essere sempre più vicini ai giovani“.  

Leggi l'articolo "La Vanvitelli: un sistema aperto" di Daniela Piscitelli, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile, Design, Edilizia e Ambiente dell'Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli 

La Sun cambia e diventa Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

A venticinque anni dalla nascita, la Sun cambia il suo nome e diventa Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Approvato, dunque, il nuovo Statuto di Ateneo da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'8 novembre che entrerà in vigore a decorrere dal 23 novembre. Può dirsi, quindi, definitivamente concluso l’iter per il cambio di denominazione.

“L’Ateneo necessitava di una nuova identità – dice il Rettore Giuseppe Paolisso - Nell’ultimo decennio abbiamo infatti consolidato e radicato la nostra presenza sul territorio, ed è per questa ragione che sin dall’inizio del mio mandato ho avviato, insieme agli Organi Collegiali di Ateneo, questo progetto di cambiamento, formale nelle apparenze ma sostanziale nei contenuti”.   

Sarà avviata adesso un’importante strategia di rebranding, operazione grazie alla quale l’università troverà una nuova immagine fortemente evocativa dei propri valori e della propria storia. Per fare questo partirà a breve un bando internazionale per il rifacimento innanzitutto del logo, che l’Ateneo avrà non prima di giugno prossimo.

 “Il cambio di denominazione di questa università avverrà gradualmente – spiega Paolisso – il nome Seconda Università affiancherà per qualche tempo quello di Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. L’auspicio è che questo processo di cambiamento possa inaugurare un nuovo corso che culmini, per le generazioni future, nel conseguimento di un titolo di laurea fortemente identificativo sia in Italia che all’estero”.

Da SUN a Vanvitelli. Il nome è stato scelto ora riposizioniamo l'Ateneo. Leggi l'articolo di Giuseppe Paolisso

Guarda il video/spot

Statuto di Ateneo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 8/11/2016 

InstagramfacebookTwitterYouTube