PON - Programmi Operativi Nazionali 2014-2020

 

 

PON Imprese e Competitività 2014-2020

Il Programma Operativo Nazionale "Imprese e Competitività" 2014-2020 interviene con una dotazione complessiva di circa € 2.300.000.000,00 per il rafforzamento delle imprese del Mezzogiorno, quale elemento cardine della politica industriale italiana in una logica di riequilibrio territoriale e di convergenza Mezzogiorno-Centro-Nord.

Il Programma infatti intende accrescere gli investimenti nei settori chiave nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) e in quelle in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna), contribuendo all'obiettivo di portare il peso relativo del settore manifatturiero sul PIL europeo dal 15,6% del 2011 al 20% entro il 2020 e sostenere così un duraturo processo di sviluppo dell’intero Sistema imprenditoriale del Paese.

Nel periodo di programmazione 2014-2020 l’Autorità di gestione del Programma è il Ministero dello Sviluppo Economico

Comunicato Ministero dello Sviluppo Economico

Opportunità e Bandi

 

PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

Il Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Innovazione" 2014-2020 è lo strumento con il quale l'Italia contribuisce alla realizzazione della Politica di Coesione dell'Unione Europea a favore delle proprie aree territoriali più svantaggiate.

Il Programma, gestito dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università  e della Ricerca   (MIUR), interessa le regioni in Transizione (TR): Abruzzo, Molise e Sardegna e le regioni in Ritardo di sviluppo (LD), Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, con una dotazione finanziaria complessiva di €1.286.000.000,00 

Programma Operativo Nazionale RICERCA E INNOVAZIONE 2014-2020

Bandi

Opportunità di finanziamento


PON AIM: Azione I.2- Asse I - Attrazione e Mobilità dei Ricercatori
Il PON ha come obiettivo il supporto alla contrattualizzazione di giovani dottori di ricerca da indirizzare alla mobilità internazionale e di giovani ricercatori attualmente operanti fuori dalle regioni obiettivo del PON 2014-2020, o anche all'estero, da indirizzare verso i territori in ritardo di sviluppo.

L'avviso, pubblicato con D.D. 27 febbraio 2018, n. 407, prevede un finanziamento di 110 milioni di euro e due linee di intervento:
Linea 1 - Mobilità dei ricercatori: sostegno alla contrattualizzazione, come ricercatori a tempo determinato con durata del contratto pari a 36 mesi, di giovani dottori di ricerca, con titolo conseguito da non più di quattro anni, da indirizzare alla mobilità internazionale (con un periodo da 6 a 15 mesi da trascorrere all'estero);
Linea 2 - Attrazione dei ricercatori: sostegno alla contrattualizzazione, come ricercatori a tempo determinato con durata del contratto pari a 36 mesi, di giovani dottori di ricerca, attualmente operanti fuori dalle regioni obiettivo del PON 2014-2020, con titolo conseguito da non più di otto anni, e che abbiano già conseguito un'esperienza almeno biennale presso altri atenei/enti di ricerca/imprese, con sede operativa all'estero, anche riferita alla gestione di procedure amministrative connesse con la partecipazione a programmi e/o progetti a carattere internazionale e su base competitiva.

RENDICONTAZIONE
Le rendicontazioni vengono effettuate dal Ricercatore mentre la trasmissione definitiva al MIUR è delegata in esclusiva al Referente (Direttore del Dipartimento).
Dopo la prima rendicontazione, effettuata tra il 15 e il 20 novembre 2019, le successive rendicontazioni avranno cadenza periodica prestabilita con durata trimestrale, quadrimestrale o bimestrale, e dovranno essere trasmesse, per ciascun anno:
a) tra il 15 e il 20 febbraio per le attività svolte dal 16 novembre al 15 febbraio (durata: 3,00 mesi).
b) tra il 15 e il 20 maggio per le attività svolte dal 16 febbraio al 15 maggio (durata: 3,00 mesi).
c) tra il 15 e il 20 settembre per le attività svolte dal 16 maggio al 15 settembre (durata: 4,00 mesi).
d) tra il 15 e il 20 novembre per le attività svolte dal 16 settembre al 15 novembre (durata: 2,00 mesi).

La relazione tecnico-scientifica sulle attività svolte deve essere trasmessa dal Referente di ciascuna proposta-attività entro 30 giorni dal termine di ciascuna annualità. L’annualità è calcolata a partire dalla data del primo contratto stipulato sulla proposta-attività. L’ultima relazione annuale dovrà essere presentata entro 30 giorni dalla scadenza dell’ultimo contratto relativo alla stessa proposta-attività.

- Esiti di Ateneo
- Disciplinare di attuazione AIM
- Guida operativa per i beneficiari AIM
- Manuale utente piattaforma AIM
- Allegato 2 – Modello di Relazione annuale sull’attività svolta
- aim.cineca
- FAQ 

 

InstagramfacebookTwitterYouTube