Attività didattica, esami, tirocini. Cosa cambia dal 15 novembre

IT   |   EN

 

Da oggi la Regione Campania è in zona rossa per la durata di 15 giorni e dunque il nostro Ateneo dovrà osservare le disposizioni previste nel DPCM del 3 novembre u.s. all’art.3 “Ulteriori misure di contenimento del contagio su alcune aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto” punto 4 lettera g) fino al 3 dicembre 2020.

La didattica verrà erogata a distanza fino al 3 dicembre 2020 anche per gli immatricolati (primo anno) delle lauree triennali e magistrali a ciclo unico. Resta invariata l’erogazione integrale a distanza per gli anni successivi al primo e per le lauree magistrali.

Va comunque tenuta in programma la didattica mista in presenza con l’uso della piattaforma ReStart per tutti i corsi.

Le sedute di esame di profitto saranno tenute integralmente a distanza.

Le sedute di laurea del mese di novembre e fino al 3 dicembre sono consentite o in modalità mista (in presenza e a distanza) oppure in modalità integralmente a distanza.

I tirocini andranno svolti in modalità a distanza. I tirocini o le attività di laboratorio indispensabili al conseguimento del titolo di studio e che per ragioni oggettive non possono tenersi integralmente a distanza avranno la facoltà di svolgere una piccola parte in presenza. In tal caso, sarà compito del presidente di CdS organizzare le attività in sicurezza per piccoli gruppi. In tutti i casi gli studenti si vedranno assegnati i crediti in difetto integrandoli con le attività a distanza.

Vanno recuperate rapidamente le sedute di laurea eventualmente differite a causa del mancato svolgimento di attività di tirocinio.

Le aule studio restano non accessibili agli studenti, ma i Direttori di Dipartimento e il Presidente della Scuola metteranno a disposizione temporaneamente ogni spazio non utilizzato per facilitare il distanziamento del personale docente e non docente per lo svolgimento delle attività istituzionali in presenza.

I laboratori di ricerca dovranno comunque essere presidiati con turni in modo da evitare pericoli o danneggiamenti di materiali e strumentazioni che potrebbero essere causati dall’assenza prolungata del personale.

Tutte le riunioni di qualsiasi tipologia saranno tenute esclusivamente a distanza.

 

D.R. prot. n. 190785 del 16/11/2020

 

InstagramfacebookTwitterYouTube